Via Casalone,48 -Agerola(Na)
(+39) 3383954325 - 3338612403 - 0818731653
PRENOTA

Trekking

Il Sentiero degli dei da Agerola a Positano nella magica Costiera Amalfitana

Sui passi degli scrittori e degli artisti che hanno amato Agerola: Il Sentiero degli dei e i percorsi CAI alla scoperta della memoria storica e culturale

Cerchi un b&b a pochi passi dal Sentiero degli dei ad Agerola?

Prenota presso Villa Paradise Resort b&b ad Agerola, Napoli, a dieci minuti a piedi dal Sentiero degli dei per scoprire gli straordinari percorsi trekking sulla Costiera Amalfitana:

» Leggi

Villa Paradise Resort b&b vi offre confort e relax in eleganti camere vista mare con colazione inclusa tradizionale, arricchita, in base alla stagionalità, dai prodotti dell’orto biologico.

Villa Paradise Resort b&b è situata vicino alla Costiera Amalfitana, nella parte alta della costa e affaccia sul Sentiero degli dei che da Agerola va a Positano, il meraviglioso luogo che gli antichi abitanti credettero fosse stato strappato al paradiso. In esso i coloni greci riconobbero la loro terra natia: le coste alte e frastagliate, gli isolotti e gli scogli, gli approdi, le cime dei monti avvolte da soffici nuvole. Da millenni, le persone che vivono in questa incantevole costa sono marinai d’estate e contadini d’inverno, e la parte alta territorio, nei secoli, è stata trasformata nei terrazzamenti coltivati a viti, ulivi e agrumi.
La cucina locale è ricca di pietanze prelibate che incontrano gli ortaggi, le verdure, la frutta, le erbe aromatiche spontanee di questa terra magica. Agerola, con i suoi rigogliosi boschi, ha fornito per secoli la Repubblica Amalfitana, la più antica delle Repubbliche Marinare, di prezioso legname per la sua flotta. I collegamenti tra il mare e la montagna, le mulattiere millenarie, sono oggi meta desiderata dai visitatori di tutto il mondo. Molti di questi sentieri si ritrovano tra le pagine che scrittori e artisti hanno dedicato ad Agerola e che hanno ispirato il percorso di memoria storica e i nomi delle sale e delle camere di Villa Paradise Resort b&b. Qui di seguito segnaliamo i link dei sentieri tracciati dal CAI, per tutti coloro che ameranno approfondire la conoscenza di questi meravigliosi luoghi.

Il mito e la magia del meraviglioso Sentiero degli dei dal nostro b&b ad Agerola

I percorsi nella natura attraverso la Costiera Amalfitana e il Parco dei Monti Lattari ad Agerola

IL SENTIERO DEGLI DEI

La “Sala degli dei”, che accoglie i nostri ospiti con le sue gustose colazioni, è anche una comoda sitting room per i momenti di relax. Il suo nome s’ispira al Sentiero degli dei, raggiungibile a pochi metri dalla struttura. Questo percorso, divenuto famoso in tutto il mondo, si narra fu solcato dalle divinità greche, accorse in aiuto di Ulisse, per proteggerlo dal canto seducente delle Sirene. Le ammalianti creature mitologiche dimoravano sull’arcipelago de Li Galli, e il loro richiamo era irresistibile per i navigatori, così come ancora oggi lo è questo lembo di paradiso: la sagoma di Capri, con i suoi faraglioni, spunta dal profilo sinuoso di Punta Campanella; le pieghe della costa celano lo sguardo su Positano; Praiano si svela con i grappoli bianchi delle sue casette aggrappate alla costa. Pare dunque naturale che gli antichi coloni scelsero questo sentiero come luogo di culto delle loro divinità, sovrastato dal suggestivo Monte Tre Pizzi, le cui cime, talvolta avvolte da vaporose nubi, emersero al loro sguardo come l’Olimpo della terra natia. Con i suoi inebrianti profumi del mirto, pianta sacra a Venere, e delle zagare, le note dorate dei limoni, le grotte, gli anfratti, il Sentiero degli dei è stato decantato tra i versi di molte celebri poesie.

descrizione del sentiero da

http://www.caimontilattari.it/sentiero/327/

IL SENTIERO DI ABU TABELA

I nomi delle camere di Villa Paradise s’ispirano ad artisti, scrittori e personaggi della memoria storica e culturale di Agerola.
Abu Tabela è la deformazione del cognome Avitabile, il nome con cui ancora oggi si ricorda il Generale Paolo Avitabile in Afghanistan. A questo illustre personaggio è dedicata la camera “Stella d’Oriente” poiché il simbolo personale del Generale era la stella a cinque punte che decorava “la pietra al sommo della porta d’ingresso del suo palazzo e le inferriate delle logge delle sue stanze”. Il Generale, nato ad Agerola il 25 ottobre 1791, ottenne numerose onorificenze e ricchezze durante la sua carriera militare, in particolare in Persia e in India. Ritornato nel Regno Borbonico delle Due Sicilie, nel 1843, fece edificare il suo meraviglioso castello sulla collina di Bel Sito, a San Lazzaro, incantevole borgo di Agerola. Da questo poggio dominava maestosamente tutta la meravigliosa Costiera Amalfitana.  Ad Agerola è ricordato, in particolare, per aver importato una mucca di razza jersey dal Regno Unito, ricevuta in dono dalla Regina Vittoria. Dall’incrocio di questa mucca con i meticci di Bruna Alpina e Podolica è nata la mucca agerolese; dalla lavorazione dell’eccezionale latte di questa pregiata mucca si ottiene il famoso fior di latte di Agerola e il gustoso Provolone del Monaco D.O.P.

Descrizione sentiero

http://www.caimontilattari.it/sentiero/354a/

TRA LE PAGINE DE “IL PASSO DEL DIAVOLO” DI EMILIO SCAGLIONE: SENTIERI TRA LA COSTIERA AMALFITANA E IL PARCO DEI MONTI LATTARI

La camera “Oceano di Sole” nasce dalle pagine del libro di Emilio Scaglione: giornalista e direttore della redazione napoletana de “Il Mondo”, autore nel 1929 de “Il passo del Diavolo”, romanzo meravigliosamente ambientato ad Agerola. Nelle sue pagine, lo scrittore, cattura tutta la bellezza di questi luoghi, tra l’incanto del mare, della costa e della natura rigogliosa dell’entroterra, restituendo una lettura ricca d’intense emozioni: borghi, antiche tradizioni, sentieri, cui l’autore ridona, nel romanzo, la loro naturare e autentica poesia.
Nel libro si trovano molti dei sentieri, oggi tracciati dal CAI, come la Via Maestra dei Villaggi, da Amalfi al belvedere di San Lazzaro, un’antica gradinata che Mauro, marinaio e protagonista del libro, percorre per vendere il suo pescato ad Agerola. Lungo il Sentiero dei Cavalieri di Amalfi, da Agerola a Gragnano, si può ammirare parte del Castello di Pino, del X secolo, con la Chiesa di Santa Maria di Pino, recentemente restaurata. Sul finale del romanzo troviamo uno dei passi (per la sua particolare forma ricordava una zampata, attribuita a un’impronta del diavolo dalle credenze popolari), che si usavano anticamente come collegamento tra le cime del Monte Tre Pizzi. Emilio Scaglione lo scelse come titolo del libro.

VIA MAESTRA DEI VILLAGGI

http://www.caimontilattari.it/sentiero/361/

LE PALOMMELLE

http://www.caimontilattari.it/sentiero/367/

 IL SENTIERO DELLE SORGENTI

http://www.caimontilattari.it/sentiero/332a/

SENTIERO ALTO DI VALLE DELLE FERRIERE

http://www.caimontilattari.it/sentiero/301/

SENTIERO DEI CAVALIERI DI AMALFI

http://www.caimontilattari.it/sentiero/332/

 DAL FIORDO DI FURORE A BOMERANO

http://www.caimontilattari.it/sentiero/354/

SENTIERO DEI PIPISTRELLI IMPAZZITI

http://www.caimontilattari.it/sentiero/317/

DA PRAIANO A COLLE LA SERRA

http://www.caimontilattari.it/sentiero/327b/

 SENTIERO DA BOMERANO A CAPO MURO (CAI 329C)

http://www.caimontilattari.it/sentiero/329c/

DA CAPO MURO AL CANINO

http://www.caimontilattari.it/sentiero/329e/

DA CAPO MURO A COLLE GAROFALO

http://www.caimontilattari.it/sentiero/329a/

 LA COSTA AMALFITANA E L’ALLEGRIA DI AGEROLA TRA LE RIGHE DI GUIDO PIOVENE

Dal 1953 al 1956 lo scrittore e giornalista Guido Piovene intraprese un “Viaggio in Italia” regione per regione, racchiudendo tra le pagine di un libro il suo reportage, composto da descrizioni e riflessioni attente e precise su città, borghi e luoghi d’Italia nel dopoguerra. Il suo libro “Viaggio in Italia” è stato un successo, narrato anche alla radio su incarico della Rai. Guido Piovene scrisse, in tono euforico e allegro, del suo passaggio per Agerola, ponendo l’accento sulla bonomia dei suoi abitanti. Il nome della camera “Costa Romantica” di Villa Paradise trae ispirazione dalla calorosa descrizione che lo scrittore diede del tratto di costa su cui essa stessa si affaccia: “La costa che va da Sorrento a Salerno è medievale, romantica, monasteriale. Fu, infatti, un amore romantico!”

SENTIERO ALTO DEGLI DEI

http://www.caimontilattari.it/sentiero/329/

SILENZIO, NATURA, MISTERO TRA I VERSI DI ROBERTO BRACCO

Agerola ha la forma naturale di un teatro, modellato dal tempo e dall’uomo, e con le sue scenografie meravigliose di ogni giorno, ha ispirato scrittori e compositori. Il grande scrittore, giornalista e drammaturgo, Roberto Bracco soggiornò ad Agerola per diversi anni. Durante la sua permanenza del 1908 scrisse il suo capolavoro innovativo “ Il Piccolo Santo”, un’opera che affronta un attento studio psicologico dei personaggi, ambientandolo in quest’amena valle dominata dall’imponente monte piramidale del Tre Pizzi.

“…fra questi erti sentieri solitari che salgono verso il cielo, fra queste rocce che hanno colori umani e che guardano e si muovono nelle ombre della notte e parlano le parole misteriose degli echi…” Roberto Bracco

DAL SENTIERO 361 AL SENTIERO 354°

http://www.caimontilattari.it/sentiero/361b/

LA FERRATA DI COSPITA

http://www.caimontilattari.it/sentiero/369/

http://www.caimontilattari.it/sentiero/369a/

» Chiudi

Gallery

Scroll to top